BOTANIC VILLE LA GRAND

 

Viaggio nei Garden d’Europa

2° Tappa Francia

Articolo su “Green Line”, di Sandro Rottin.

La seconda tappa del viaggio nei garden center d’Europa in Francia
per chi desidera scoprire, conoscere e studiare
le tendenze moderne del settore: BOTANIC VILLE LA GRAND.


Rue de Voirons | Ville La Grand

L’immagine esterna del punto vendita è di un garden non enorme, ma curato e soprattutto con belle piante stagionali all’interno: cascate di fiori disposte sopra all’ingresso al negozio completano il quadro.
La struttura è in ferrovetro con travi interne in legno lamellare. Una alta pagoda che svetta in corrispondenza dell’ingresso contribuisce a dare la sensazione di bellezza, ordine e cura del dettaglio.
L’interno del negozio conferma questa sensazione soprattutto nei reparti arredo, con layout a stanza tematica e in quello delle piante stagionali, particolare per l’ambiente ampio, arioso e luminoso creato dall’altezza della struttura.
Nelle piante sia da interno che da vivaio, così come in animaleria e fioreria, la sensazione è di minor cura e pulizia, pur rimanendo molto valida la gamma di prodotti in vendita.

LA VOCE DEL RESPONSABILE DEL PUNTO VENDITA: ALAIN GUERRY

QUALI SONO I PUNTI DI FORZA DEL VOSTRO GARDEN?
Siamo vicini a Ginevra, che è una città ricca.
I nostri collaboratori sono con noi da tempo e conoscono molto bene i prodotti e la clientela, siamo il gruppo più formato di tutta la catena Botanic.
Siamo in grado di gestire bene i cambiamenti di stagionalità, modificando velocemente l’aspetto del punto vendita.
La nostra animaleria è davvero ben fornita e conosciuta in zona.
DOVE INVECE POTETE ANCORA MIGLIORARE?
Dobbiamo ingrandire ancora il reparto alimentari bio. Sta andando bene, ma possiamo fare ancora di più.
Non abbiamo un punto di ristoro in grado di accogliere le persone della zona per il pranzo. Molto probabilmente lo inseriremo.
QUAL’E’ LA VOSTRA MISSION?
Giardinaggio naturale per stare meglio. La nostra filosofia è quella di spingere per una produzione rivolta al benessere delle persone e dell’ambiente basandosi sull’uso di mezzi e prodotti sostenibili.
PROSPETTIVE FUTURE DEL P.V.
Vogliamo ingrandirci. Possediamo del terreno confinante con quello del garden attuale, per ingrandire parcheggi e negozio. Questo perché siamo in attesa che venga costruita un’area residenziale proprio qui vicino e questo aumenterà il nostro bacino d’utenza. Come dice il detto “ mondo chiama mondo!”.
PROSPETTIVE FUTURE DEL GARDEN EUROPEO
Credo che un po’ alla volta gli spazi per l’apertura di nuovi negozi diminuiranno considerevolmente. Siamo vicini alla saturazione. Molto però si può fare per migliorare il punto vendita medio europeo. Per esempio inserendo nuovi reparti o perfezionando il layout.

IL NOSTRO PUNTO DI VISTA:

Di buon livello il parcheggio ampio ed asfaltato, con posti auto più ampi per famiglie con passeggini e carrozzine, e con carrelli raccolti sotto pensiline in legno. Le divisioni tra file di auto utilizzando siepi, rendono però meno diretto il percorso fino alla porta d’ingresso del negozio.
La struttura a pagoda è molto bella da un punto di vista estetico, anche se le colonne portanti si trovano nel bel mezzo del passaggio principale, con impedimento per i carrelli.
La scelta di un layout a percorso centrale con stacco di colore tra il pavimento del camminamento principale e quello delle stanze tematiche, da una sensazione di ordine e rende molto evidente il senso di marcia.
Bello il negozio alimentari bio, davvero curatissimo nell’esposizione e nella scelta dei prodotti in vendita, interessante perché sta diventando un reparto sempre più significativo nella composizione del fatturato.
Molto ben studiata anche l’immagine coordinata, visibile e chiara, con logo e cartellonistica ed uniformi del personale omogenee tra loro.
Interessanti anche le postazioni del personale al centro dei reparti, con operatori sempre visibili.

VISUALIZZA L’ARTICOLO IN PDF

Articoli recenti

Seguici su

News recenti

vedi tutti